Perchè ci definiamo “Property Finder Professionali”?

By | Agosto 28, 2015

perchè property finder professionaliOggi mi sono preso un po’ di tempo per chiarire quel “professionali” alla fine della descrizione.

Molti clienti, sotto sotto, si chiedono “perché specificare professionali?”.
La professionalità dovrebbe essere un punto di partenza, una cosa ovvia se si lavora in una società civile.
Purtroppo non è così.

La professionalità e rara, soprattutto perché non si sa bene distinguere  cosa è professionale da cosa non lo è.
Se non sai cosa stai cercando non puoi trovarlo.

Quando ho deciso di descrivere CasaIdeale come Prima Agenzia di Property Finder Professionali, intendevo distinguermi da gente come il mio ex carrozziere.

Non conosci il mio ex carrozziere?!

Il mio ex carrozziere fa parte della holding degli “Improvvisati snc” ma purtroppo l’ho scoperto troppo tardi..
Il mio ex carrozziere ha vinto il premio come persona più odiata(da me)  nell’anno 2014 ed è al terzo posto nella lista di persone che non voglio più vedere.

Visto che ci sono ti racconto la storia di come stavo rischiando l’esaurimento nervoso…
Alla fine ti sarà chiaro come il sole cosa è professionale e cosa non lo è.

Il girone infernale in cui capitai quando decisi di affidarmi al metodo CarrozziereCaz**ro™

** il racconto che segue è una storia vera ed è tratto dal diario di vita di  Claudio Cicchilli. Vengono usati nomi di fantasia per tutelare la privacy e la sopravvivenza sul mercato dell’antagonista**

Capitolo1: la trattativa

Siamo agli inizi del 2014.
Ho fatto un brutto incidente con la macchina. E’ quasi distrutta e ho bisogno urgente di ripararla per tornare alla mia operatività. Mio padre mi segnala una persona che non conosco personalmente: il carrozziere XXX.

carrozzierecazzaro e AgenteAbusivo gli arcinemici dei Property Finder Professionali

Dopo aver sentito altri carrozzieri decido di affidarmi a lui. Uno era troppo lontano, uno chiedeva troppo di più rispetto a quello che chiedeva lui. Almeno “secondo me” .
Il problema era “secondo me” che  non sapevo nulla di motori.

Infatti mi sbagliavo. Solo più tardi scoprìi che XXX era titolare del marchio “CarrozziereC*****o™ . Il punto di riferimento per le persone che hanno tempo da perdere.”

Quindi siamo agli inizi 2014 e sto trattando con MR Carrozziere. Mi dice che mi fa pagare € 1800 per mettermi a posto TUTTA la macchina: convergenza, equilibratura, carrozzeria, specchietti, parti elettriche. Gli dico perfetto così non devo portarlo in giro da vari specialisti.

Gli chiedo dopo quanto tempo posso passare a prenderla.

TRE SETTIMANE

Siamo agli inizi di Febbraio: credo a quella che poi si sarebbe rivelata la più grande CAZZ*TA del 2014.

Gli lascio i soldi dell’acconto e inizio la mia nuova avventura sui fantastici mezzi pubblici del comune di Roma.

Capitolo2- assenza di metodo, approssimazione e tanta idiozia.

Passano due settimane e mezzo e non ho ancora notizie. “la macchina dovrebbe essere quasi pronta ormai..” Gli telefono.

Devi aspettare perchè non c’ho i pezzi. Ti richiamo io.

Un contrattempo è sempre possibile. Ma attacco innervosito.
Poi penso: “Va bene dai..l’importante è avere un lavoro fatto bene.”

 

Quarta settimana: non richiama.
Abita vicino a me, decido di andarlo a trovare per chiedergli cosa succede e per dirgli che e’ urgente.
Mi saluta.. fa per avvicinarsi ma mentre parla con me viene distratto da un collega. Comincia ad innervosirmi.

Finisce di chiacchierare e finalmente viene, gli chiedo come mai questo ritardo, ma niente, viene interrotto da un nuovo cliente che gli ha portato le chiavi della macchina.Mi dice di andare con lui. Lo seguo.

Entriamo dentro un ufficio arredato in stile topaia , ci sono calendari risalenti alla scoperta dell’America. Mette le chiavi della macchina del tizio in un cassetto con altre chiavi, si segna il numero su un post-it che lascia lì e scrive una nota sulla scrivania (sì hai letto bene, scrive proprio una nota sulla scrivania che sembra essere a tutti gli effetti un banco di scuola). Nell’officina faccio molta attenzione ai cartelli. Il più recente era del 1980.

Tremo…La mia intelligenza mi dice che ho fatto una gran caz*ata.

E ancora non è finita.

Sono appena entrato nel girone infernale.

CAPITOLO 3- farelecoseacaso: il metodo ESCLUSIVO DI  “IMPROVVISATI snc”

Perché mi dice di ripassare dopo 10 giorni. I giorni in cui io continuo a girare stressato per le vie della città con i mezzi. Mio padre lo conosce e non posso andare a litigarci. Ma alla fine succede.

"ma io ancora non ho messo su la macchina! che problema c'è?"

“ma io ancora non ho messo su la macchina! che problema c’è?”

Dopo 10 giorni scopro che la macchina ancora la doveva mettere sul ponte.
Con una faccia come quella accanto mi dice perché a “lui gli mancavano i pezzi” perché 1000 e ottocento euro è un prezzo troppo basso e faceva prima altre persone.

Considera a questo punto divento una bestia e il Carrozziere si mette paura. Gli vado antipatico.
Non capisce perché io mi alteri così.. “tanto tre settimane in più che differenza c’è“, “mica è colpa sua se non si trovano i pezzi per rispettare il prezzo che mi ha fatto” etc..

Mica è colpa sua se ci sono altre macchine prima di me. Strano, la trattativa mi pareva di averla fatta con lui.
Ha sbagliato a darmi una tempistica.. “che saranno due settimane in più o tre  settimane in più..che differenza c’è”.
Follia.

La litigata però ha portato i suoi frutti. Mette su la macchina e indovina? Mi dice di ripassare fra tre settimane.
È passato quasi un mese e mezzo. La macchina l’avrei dovuta avere sotto il sedere da due settimane.

Altre tre settimane di stress. Dentro ho un vulcano di rabbia che sta per esplodere…
Mi freno perché voglio solo che si sbrighi. Non lo contatto più direttamente altrimenti mi arrabbio troppo. E anche perché se lo chiamo io non mi risponde.

Vuoi sapere come va a finire? Lo vuoi sapere? Non finisce!

un'immagine presa direttamente dalle metro di Roma

un’immagine presa direttamente dalle metro di Roma

Durante queste tre settimane lo passo a trovare per controllare a che punto sta.Dopo tre settimane arriva il fatidico giorno.

Durante queste settimane  utilizzo i mezzi di Roma. Una cosa infernale. Prima viaggiavo comodo in macchina, ascoltavo la mia musica preferita, avevo la libertà di accendere l’aria condizionata e parlare al telefono (con l’auricolare) con chi volevo SENZA essere disturbato dalle urla dei vicini.

Ora invece ero costretto a sentire in sottofondo i discorsi di decine di altre persone. Niente musica. niente comodità. NIENTE ARIA CONDIZIONATA.


Qunado mi dice che posso passare a prenderla già immagino la comodità, il tempo risparmiato e il ritorno alla freschezza e tranquillità della mia auto.. preso dalla contentezza gli dico ok e vado a prenderla, consegnandogli il restante denaro.

MA…Mi dice che deve solo sistemare due cose perchè i due pezzi non c’erano: lo specchietto e il motorino del portello posteriore.

Basta che passi domani non c’è nessun problema te lo facciamo in quattro e quattr’otto.

Ovviamente non mi fa lo scontrino né una fattura, ne un pezzettino di carta con su scritto “pagato”.
Ripasso il giorno dopo senza speranza.

Il pezzo non ce l’ha e mi dice che devo ripassare il sabato prossimo.

 

CAPITOLO 4: “CHISSIRICORDA?” Il METODO DI ASSISTENZA POST VENDITA DEGLI “IMPROVVISATI SNC”

La mattina dopo, la macchina non parte più. La porto da un elettrauto che mi sistema molto velocemente il problema. Mentre pago l’elettrauto sogno ad occhi aperti il fallimento di CarrozziereCazzaro e immagino una voragine aprirsi sotto la sua casa e la sua officina..
Mi consolo pensando “dai su, alla fine mi metterà a posto i pezzi e avrò la macchina finita”

Il sabato vado da lui pretendendo il cambio dello specchietto e del pezzo di dietro.

Ah già è vero mi sono dimenticato! Tu mi devi telefonare spesso perché sennò io mi dimentico. Ci sono tante macchine da fare. Non mi posso ricordare dello specchietto.

La mia faccia quando ha detto: "tu mi devi telefonare spesso! Senno mi dimentico!"

La mia faccia quando ha detto: “tu mi devi telefonare spesso! Senno mi dimentico!”

 

Ascoltando queste parole uscire dalla sua bocca, lo spirito di Gandhi che mi aveva ispirato durante queste settimane, improvvisamente mi abbandona per lasciare spazio allo spirito del russo “ti spiezzo in due” nel film Rocky.
Mi abbandonai ad una sequela di insulti e lo lasciai al suo destino. 

 

 

 

 

COME PUO’ ESSERTI UTILE LA MIA DISAVVENTURA

Lo specchietto e il motorino non sono mai più stati riparati.
Fortunatamente io imparai una grande lezione. Voglio passartela, sono sicuro che sarai d’accordo con me e ti sarà molto utile.

Stare sul MERCATO non vuol dire ESSERE PROFESSIONALI..

Chi hai davanti può tirare a campare anche se è un imbecille..perché molti imbecilli gli danno dei soldini per avere in cambio soluzioni da imbecilli.

-> Ricordatelo la prossima volta che accetti consigli da qualcuno o pensi, come me, che “vabbè qualche cliente ce l’ha..magari non è male”.
Affidarsi a persone che lavorano in questo modo porta in maniera inevitabile a perdere tempo. Purtroppo ce ne sono tanti come lui anche in altri settori. Anche nel settore immobiliare.

Ho voluto raccontarti questa storia per riflettere su cosa non è professionalità.
Vediamo insieme cosa dove il mio (ex) Carrozziere ha sbagliato:

  1. Il Carrozziere non ha un archivio, non ha un database di informazioni di clienti.
  2. Non sa fare i prezzi quindi per prendere le commesse li fa talmente bassi che scopre solo dopo tre settimane che ci va a perdere.
  3. Ma non ha la certezza quindi procrastina la decisione.
  4. Perchè tanto mica è colpa sua se ci sono altre macchine da fare.
  5. È possibile che lui si dimentichi di comprare il pezzo “ma tanto che sarà mai c’è tempo”:  non si prende la responsabilità delle proprie azioni
  6. Non sa gestire  i flussi di lavoro: promette di ridarti la macchina in tre settimane ma non ha idea in realtà di quanto ci voglia.
  7. Perché per prendere una commessa ti dice che fa tutto lui. Anche l’impianto elettrico! Pure se è un carrozziere! Un genio!

Non lavorare con un metodo che sia chiaro, trasparente e comunicabile ai clienti NON E’ PROFESSIONALITA’.

 

CasaIdeale™ – Property Finder Professionali a Roma

Quindi che vuol dire Essere Professionali?
Essere professionali vuol dire fare le cose perbene.
Ma che vuol dire fare le cose perbene?

Fare le cose per bene vuol dire lavorare con metodo.

Vuol dire avere un metodo per risolvere i problemi e migliorare sistematicamente la propria organizzazione

Vediamolo insieme:

  1. Il Property Finder Professionale  segue una procedura, segue un percorso e un processo.
  2. Sa gestire in maniera precisa il flusso di lavoro.
  3. Non fa promesse che non può mantenere.
  4. I Property Finder Professionali gestiscono gli archivi e sistematicamente le informazioni.
  5. I Property Finder Professionali pagano le tasse perché  iscritti regolarmente alla Camera di Commercio.
  6. Il Property Finder CasaIdeale ha i moduli dei contratti registrati in Camera di Commercio: per qualsiasi cosa sei protetto legalmente.

 

Il Property Finder CasaIdeale è la figura Professionale pensata per il professionista, per l’imprenditore che lavora tutto il giorno e vuole un servizio su misura senza perdere tempo.

E’ la figura professionale a cui ti devi rivolgere se vuoi acquistare casa
in totale relax
senza perdere tempo
senza perdere energie
senza rischiare di prendere fregature.

Mica come il mio ex carrozziere.

 

CasaIdeale™ La Prima Agenzia di Property Finder Professionali a Roma

“Tu la sogni, noi la troviamo”

 

 

P.S. Dimenticavo.. se sei arrivato fino in fondo probabilmente ti piacerebbe trovare la tua casa ideale affidandoti ad un professionista che ti garantisca un risultato certo, sicuro, veloce. Se sei così interessato clicca qui.

Comincia a rilassarti perchè la casa, te la troveremo noi>>>>>>

 

 

Author: Claudio Cicchilli

Sono Claudio Cicchilli e sono socio fondatore di casa ideale e responsabile del marketing. Per farti capire bene come può esserti utile il mio lavoro con CASAIDEALE voglio raccontarti un pezzettino della mia vita. Più precisamente dobbiamo fare un salto indietro nel 2009. Avevo 21 anni e cominciai a lavorare per la prima volta in questo settore nella famigerata figura del “consulente immobiliare”. Leggi di più sulla mia storia> https://casaideale-roma.it/staff/claudio-cicchilli/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *